Comune di Milano News

Italian Apartments tassa di soggiorno milano 2017 | tassa di soggiorno quanto costa | geis comune di milano Comune di Milano News

Comune di Milano News

Regole relative alla riscossione della tassa di soggiorno in vigore nella città di Milano:

Per quanto riguarda le strutture ricettive extra-alberghiere, come Affittacamere, B&b, Case vacanza e altre, la tariffa è di 3 euro per notte e per persona.

La tassa di soggiorno va versata per l’intera durata del soggiorno. Per quanto riguarda i residence, case per ferie gestite da soggetti no profit e case e appartamenti per vacanze l’imposta è applicata fino a un massimo di quattordici pernottamenti. In questo caso dal quindicesimo giorno di soggiorno consecutivo in poi l’imposta non è dovuta.

 

Esenzioni: 

 

Sono esenti dal pagamento:

  1. I minori fino al diciottesimo anno di età
  2. I giovani fino a 30 anni che pernottano negli Ostelli per la Gioventù per finalità sociali, culturiali e educative
  3. I familiari o accompagnatori, limitatamente al periodo di ricovero, di soggetti degenti presso le strutture sanitarie presenti sul territorio della provincia di Milano (mediante certificazione)
  4. Soggetti e accompagnatori che, a seguito di ricovero ospedaliero, proseguono le cure presso le strutture sanitarie della provincia di Milano
  5. Il personale appartenente alle forze dell’Ordine e/o forze armate che per ragioni di servizio alloggia nella città di Milano
  6. Gli studenti universitari di età non superiore ai 26 anni che alloggiano in strutture, in pensionati o residenze universitarie
  7. Le persone con disabilità e relativi accompagnatori
  8. Tutti i volontari della Protezione Civile e gli appartenenti ad associazioni di volontariato in caso di calamità e grandi eventi individuati dall’Amministrazione

 

Obblighi e riscossione: 

 

Il gestore della struttura ricettiva deve richiedere il pagamento della tassa di soggiorno quando l’ospite paga il pernottamento. Il gestore è obbligato anche a rilasciare ricevuta fiscale/fattura al cliente recante l’importo versato a titolo di imposta di soggiorno, indicandovi la formula “operazione esclusa da IVA ex art.15 del D.P.R. 633/1972″.
Il gestore della struttura ricettiva può rilasciare la ricevuta di pagamento anche attraverso i bollettari forniti dall’Amministrazione comunale. In questo caso la ricevuta sarà nominativa e bisognerà ritirare i bollettari presso il seguente indirizzo:
Servizio Riscossioni – Settore Contabilità del Comune di Milano
Via Silvio Pellico 16

 

I gestori delle strutture ricettive hanno l’obbligo di trasmettere al Comune di Milano esclusivamente attraverso l’applicativo GEIS le dichiarazioni sull’imposta di soggiorno. Per ottenere le credenziali bisogna compilare il modello di richiesta di abilitazione scaricabile dalla sezione Allegati del Comune di Milano. Una volta compilato il modello in tutte le sue parti bisogna inviarlo insieme al documento d’identità del dichiarante all’indirizzo di posta elettronica impostasoggiorno@comune.milano.it.

 

Sanzioni:

I gestori che non rispettano il regolamento rischiano sanzioni da 25 € a 500 €.